Umbria, lago Trasimeno: birdwatching immersi nella natura


Per osservare numerose specie di uccelli l’oasi naturalistica La Valle, sul lago Trasimeno, è il posto migliore. Qui è presente anche un osservatorio per osservazione uccelli.

Itinerario

Raggiungiamo facilmente Magioneche prende il nome dal Castello dei Cavalieri di Malta uscendo dalla E455. Dopo una breve tappa alla Torre dei Lambardi punta verso Monte del Lago.
Passando per Montecolognola e la strada provinciale 314, prendi la sp 316. Una breve fermata nel grazioso centro di pescatori per visitare il castello di Zocco. Fortezza militare del XIII sec. dove ancora resistono imponenti mura e torrioni e riparti alla volta di San Feliciano. Vale la visita il Museo della Pesca: un percorso di quattro sale segue il cammino del sole documentando tecniche, strumenti e persino i termini dialettali legati alla pesca, dalla preistoria a oggi.

Cosa mangiare

Se è l’ora di un break mangiereccio il pesce di lago è un must: carpa regina in porchetta, frittura di latterini o il “tegamaccio”una sorta di spezzatino in umido fatto con i pesci del Trasimeno, l’anguilla in primis.

Oasi naturalistica la Valle, birdwatching sul lago Trasimeno

la sp 316 ti porta dritto alla nostra meta, l’Oasi naturalistica la Vallealle porte di San Savino di Magione, nel cuore del Parco del Trasimeno. Questo è un centro di educazione e di esperienza ambientale: il posto ideale dove portare i tuoi bambini. Prima di andare alla scoperta degli angoli più suggestivi della riserva, a caccia degli svassi maggiori e dei tarabusini, puoi usufruire di aule didattiche attrezzato, un laboratorio con stereomicroscopi e un centro di documentazione.

Da non perdere la stazione per l’inanellamento degli uccelli e una passerella che si inoltra nel cannetto con un osservatorio per osservazione uccelli. E se non hai l’attrezzatura niente paura: sono disponibili binocoli e cannocchiali per l’osservazione degli uccelli. Qui vivono e si riproducono molte specie: folaghe e germani reali, alzavole, moriglioni, fischioni, marzaiole e canapiglie oltre che aironi rossi e cinerini, gazzetta e canereccione. Con un po’ di pazienza potrai ammirare il volo del falco di palude ma anche del gufo, del Falco Pellegrino e di tante specie migratorie.

Fonte: Umbria Turismo



Source link